Torna a notizie

Cheese, click e via: nascita della soluzione indossabile del futuro!

Soluzione indossabile

Intervista a Paolo Frigerio

L’idea di creare una nostra soluzione indossabile è nata quando un famoso produttore di terminali per la raccolta dati ha rilasciato il suo nuovo modello. Si trattava in pratica di un computer palmare che veniva adattato al polso attraverso l’utilizzo di uno speciale guscio dotato di cinturino a cui si collegava via cavo un lettore da posizionare sul dito.

Bene, io e Claudio ci siamo detti: “ma se questo computer indossabile ha già un lettore incorporato nel palmare, perché non sfruttarlo invece che nasconderlo?” E da lì ci siamo messi al lavoro, chiudendoci in un garage per lavorare meglio.

È nata così la prima versione della nostra soluzione, consentiva l’uso dell’ottica integrata attraverso un pulsante posizionato sul dito. Una spaziosa finestrella ricavata sul guscio originale, lasciava finalmente libero il lettore del palmare. Il pulsante, attraverso complessi collegamenti hardware e configurazioni software, impartiva il comando al terminale per azionare l’ottica.

Eravamo contenti, ma non del tutto. Mentre alcune unità venivano installate dai primi clienti, eravamo infatti consapevoli che la soluzione era interessante ma proprietaria. Non era infatti possibile trasferire il kit indossabile anche a palmari di altre marche, che magari avevano ottiche o elettroniche più performanti.

Ricordo che era una bella serata di fine autunno quando Claudio entrò nel mio ufficio e disse: “ma perché invece di collegare il pulsante a connettori proprietari, non ci colleghiamo direttamente alla presa audio?”.
Ecco, si era appena aperto un nuovo e roseo futuro. Avevamo l’idea lì sotto il naso, davanti agli occhi ogni volta che ci scattavamo un selfie con il nostro cellulare montato sul famoso bastone. Ma ci voleva la scintilla per far accendere una nuova era dei computer indossabili. Sostituire il bastone con un bellissimo, e sportivissimo, supporto da polso dotato di un semplice pulsante collegato al jack audio.

Dopo qualche mese di ricerche e sviluppi, test e piloti vari, ecco nascere nella primavera 2017 la prima, vera, soluzione indossabile del futuro. Leggera, robusta ed economica.

Oggi, dopo alcuni mesi dal suo lancio, io e Claudio siamo orgogliosi nel vedere questa invenzione utilizzata in diverse parti del globo. Da Miami a Singapore, la moda del selfie al barcode è dilagata. E allora, cheese, click e via!

  • Il primo indossabile dotato di Trigger

    Il primo indossabile dotato di Trigger

    Seconda generazione: il supporto Quadlock e il Trigger.

    Seconda generazione: il supporto Quadlock e il Trigger.

Ti potrebbero interessare anche